Un fondo fiduciario è una persona giuridica costituita per detenere proprietà o altri beni per un’altra persona o organizzazione. In genere è considerato come uno strumento di pianificazione immobiliare che stabilisce termini specifici su come i beni devono essere detenuti e poi distribuiti in futuro. Trust forniscono protezione legale dai creditori, benefici fiscali, e la protezione.

Un fondo fiduciario è in genere istituito da un individuo per la distribuzione dopo la loro morte o per quando non saranno più mentalmente in grado di gestire le risorse. Le tre parti principali di un fondo fiduciario sono il concedente, il fiduciario che gestisce il trust e il beneficiario.

Commissioni di gestione dei fondi fiduciari

Esistono molti tipi diversi di fondi fiduciari e quindi diversi tipi di commissioni e importi dei costi associati alla creazione e alla gestione di un fondo fiduciario. Una commissione di gestione è una delle commissioni più comuni associate a un fondo fiduciario.

La commissione di gestione patrimoniale è una commissione semplice addebitata su un fondo fiduciario. È espresso come percentuale fissa del totale delle attività gestite. Il tasso varia da fondo a fondo ed è comprensivo di altri piccoli costi sostenuti durante la gestione del fondo fiduciario. Alcuni consulenti addebitano una tariffa forfettaria, mentre altri addebitano una commissione per transazione. Se le attività investite sono più rischiose, la commissione annuale di gestione patrimoniale è più alta. La commissione tiene conto della raccolta fiscale, del riequilibrio e del riesame del portafoglio.

Rapporto di spesa annuale

Se il fondo fiduciario è investito in fondi comuni di investimento, si paga il rapporto di spesa annuale del fondo. Questa commissione copre le spese fisse e in corso che comprendono la gestione del fondo. Tali spese includono gli stipendi del gestore del fondo, i costi di stampa, il costo dei materiali di marketing e il costo dell’assunzione di rappresentanti del servizio clienti. I fondi comuni attivi attirano commissioni più elevate rispetto ai fondi indicizzati. Il rapporto di spesa annuale è di solito 0,14% -1% del patrimonio investito.

Costi aggiuntivi

Si sono anche tenuti a pagare le tasse per le commissioni di intermediazione e le spese di trading che sono tipici di qualsiasi conto di trading. Inoltre, i fondi pagano anche l’imposta di bollo. Per i fondi comuni di investimento, queste tasse varie sono molto inferiori a quello che un consulente addebiterebbe.

C’è anche una tassa, chiamata carico, addebitata al fine di compensare il venditore che ti ha venduto il fondo fiduciario. Il costo dei carichi al momento dell’acquisto è del 5%. Potrebbe anche essere richiesto di pagare una tassa di vendita differita se si vende il fondo entro un determinato lasso di tempo. La carica è di solito 6%, scendendo a 0% entro il settimo anno. Se non si vende il fondo entro sette anni, non si paga la tassa.

Altre commissioni aggiuntive possono includere le commissioni di riscossione dei redditi da beni immobili nel trust, le commissioni relative alla gestione di polizze assicurative, le commissioni di servizi straordinari o inusuali relative a servizi eseguiti fuori norma e le commissioni sulla gestione di beni speciali.

La linea di fondo

Un trust è un ottimo modo per gestire e distribuire le risorse quando non si è più in grado di farlo. Viene fornito con molti vantaggi, ma anche con una varietà di tasse, principalmente associati con la gestione del trust. È importante capire le varie spese di gestione e se la creazione del trust vale il costo sostenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.