di: Robert L. Newsom, Esq.

Nel tentativo di “promuovere una risoluzione efficiente dei reclami e ridurre il contenzioso”, Florida House Bill 295 (related Senate Bill 1488), introdotto nell’ottobre 2019, contiene importanti modifiche alla legge sui difetti di costruzione della Florida, Capitolo 558, Statuti della Florida. In particolare, la legislazione proposta rimuove un’associazione come richiedente ai sensi dello statuto; richiede che tutti i fondi di liquidazione siano spesi per le riparazioni; include l’arbitrato obbligatorio e non vincolante; e richiede premi motivati e moduli di verdetto speciali per consentire il confronto per lo spostamento della tassa dopo le prove de novo.

Il disegno di legge rimuove “associazione” (che significa associazione condominiale e associazione proprietari di abitazione) dal Capitolo 558, classe Florida Statuti’ di persone definite come un “richiedente” e scioperi attraverso tutti gli ulteriori riferimenti alle associazioni nello statuto. Secondo un rapporto di analisi del personale della Florida House of Representative’s Civil Justice Subcommittee (la prima sottocommissione a rivedere il disegno di legge), le associazioni non avranno più il diritto di presentare azioni per difetti di costruzione per conto dei proprietari di unità condominiali o dei proprietari di case. Secondo questa interpretazione, non è chiaro chi, se qualcuno, potrebbe portare un reclamo di difetto di costruzione agli elementi e alle aree comuni di un’associazione. Inoltre, l’impatto, se del caso, che queste modifiche proposte avranno sulla capacità di un’associazione di portare un’azione difetto di costruzione che suona in torto, contratto, o violazioni di legge rimane anche incerto. La rimozione di” associazione “dallo statuto, potrebbe probabilmente significare che le associazioni semplicemente non sono più obbligati a rispettare i requisiti di legge del capitolo 558 perché solo” richiedenti ” è vietato presentare un’azione soggetta al capitolo 558 senza prima rispettare i requisiti. Tuttavia, questo non è specificato nella lingua proposta e apparentemente sconfiggerebbe anche l’intento legislativo di ridurre il contenzioso. Mentre l’impatto di questo cambiamento proposto rimane poco chiaro, va notato che il disegno di legge è ancora nella sua infanzia.

Inoltre, ai sensi della legislazione proposta, appaltatore, subappaltatore, di un fornitore o di design professionale che serve una risposta scritta, che comprende un’offerta di riparazione è tenuta a pagare alcun giudizio, l’ordine, la decisione, verdetto, la ricerca, o di liquidazione dopo il richiedente sottoscrive un contratto per l’esecuzione di riparazioni entro 90 giorni dopo la sentenza, l’ordine, la decisione, verdetto, la ricerca, o di regolamento.

Se il contratto è inferiore al giudizio, ordine, decisione, verdetto, accertamento o regolamento, il giudizio, ordine, decisione, verdetto, accertamento o regolamento è ridotto al prezzo totale del contratto e il giudizio, ordine, decisione, verdetto, accertamento o regolamento è soddisfatto dopo che il lavoro è completato.

La proposta di legge delinea una struttura di pagamento per la detenzione e l’erogazione di fondi di riparazione. In particolare, se l’appaltatore, subappaltatore, di un fornitore o di design professionale sceglie di pagare una percentuale dell’intero contratto prezzo (rispetto all’intero prezzo del contratto) e i pagamenti sono tenuti in un trust, la riparazione, il contraente deve trattenere l’ultimo dieci per cento del pagamento fino a quando la riparazione appaltatore esegue una dichiarazione giurata attestante che il contratto di lavoro è stato completato ed è stato eseguito senza set-off o di riduzione e serve ad atto di notorietà del richiedente e l’appaltatore, subappaltatore, di un fornitore o di design professionale.

Se l’appaltatore, il subappaltatore, il fornitore o il professionista della progettazione effettua pagamenti direttamente all’appaltatore della riparazione, l’appaltatore, il subappaltatore, il fornitore o il professionista della progettazione non sarà responsabile per i lavori di riparazione eseguiti o per effettuare il pagamento corretto.

Inoltre, se la proposta di legge passa, arbitrato non vincolante per capitolo 682, Florida Statuti, diventa obbligatorio dopo che tutte le parti sono state unite in azione, ma entro e non oltre 180 giorni dopo la querela è depositata. Se l’arbitro trova a favore del ricorrente, l’arbitro deve includere nel premio una descrizione dettagliata della natura del difetto e l’importo monetario assegnato separatamente contro ciascuna parte.Inoltre, un verdetto della giuria deve essere modellato nello stesso modo per consentire il confronto con il lodo arbitrale per valutare se sono state attivate le spese legali.

Il disegno di legge afferma inoltre che “qualsiasi difesa, con o senza una riserva di diritti, fornita da un vettore a una parte che afferma lo status di assicurato aggiuntivo o lo status di indennizzo in un procedimento ai sensi del presente capitolo o di qualsiasi successivo procedimento civile, deve essere limitata all’ambito di lavoro dell’assicurato nominato.”Ad esempio, se il contraente generale è nominato come assicurato aggiuntivo sulla polizza assicurativa del subappaltatore impermeabilizzante, lo status del contraente generale come assicurato aggiuntivo su detta polizza è limitato all’ambito di lavoro del subappaltatore impermeabilizzante. Considerando che, secondo lo statuto attuale, il vettore assicurativo del subappaltatore impermeabilizzante può essere sul gancio per l’intero ambito di lavoro del contraente generale.

Infine, oltre all’attuale avviso di richiesta di risarcimento, il disegno di legge richiede anche l’avviso di reclamo: essere personalmente firmato dal richiedente; includere gli importi e le tipologie di danni, se noti; descrivere in dettaglio la natura di ciascun difetto, il danno risultante, il costo della riparazione e qualsiasi altro danno monetario, se noti; e includere l’identità di esperti e relazioni, compresi i documenti invocati. Inoltre, il richiedente sarà tenuto a distribuire un elenco di tutti i non-responder e negatori della notifica di reclamo a tutte le altre parti applicabili.

Se il disegno di legge passa tutte le sue commissioni, andrà al piano della Camera per la sua seconda e terza lettura per il dibattito, gli emendamenti e il voto finale. Se ci sono differenze tra i disegni di legge della Camera e del Senato, il disegno di legge andrà a un comitato della conferenza, che può produrre una versione finale. Se il disegno di legge riceve un voto a maggioranza semplice a favore in ogni camera, sarà quindi presentato al governatore. Se il disegno di legge è in definitiva firmato in legge, entrerà in vigore il 1 ° luglio 2020. Continueremo a monitorare il disegno di legge come si fa strada attraverso il legislatore e fornire aggiornamenti periodici a questa pagina.

Se avete domande su questa proposta di legge o avvisi di reclami difetto di costruzione, in generale, si prega di contattare Dean Meyers a [email protected] o 954-343-3912.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.