La morte è sempre stata fonte di mistero per le persone di tutto il mondo. Ma cosa succede quando cancelliamo quel confine invisibile e rendiamo i morti una cosa da adorare?

Mai troppo lontano da ogni grande svolta degli eventi, la religione era sempre potente, e mai in cerca di seguaci. Ma ogni religione dipende dalla fede, e la fede doveva essere mantenuta viva con ogni mezzo possibile.

Ecco perché oggi tocchiamo uno dei segreti più macabri della storia. Come se provenissero direttamente da un film horror di fine secolo, i misteriosi e un po ‘ spaventosi Catacombe Saints non mancheranno di sollevare i peli sulla schiena ma ti lasceranno anche fare domande abbastanza tabù.

Morte in mostra? Antichi misteri e camere funerarie a lungo dimenticate? Gli enigmatici martiri cristiani? L’affascinante storia dei Santi Catacombe ha tutto – e poi alcuni! Preparati ad approfondire gli intrighi, i misteri e la morbosa venerazione dei martiri morti da tempo – mentre scopriamo gli oscuri segreti del culto religioso.

Sepolti: Le origini dei Santi della Catacomba

La storia dei Santi della Catacomba ci porta indietro nel tempo, fino ai primi inizi del cristianesimo a Roma . Sappiamo tutti che la storia di una delle principali religioni del mondo ha avuto un inizio molto difficile. Fin dai primi passi, i seguaci di Cristo soffrirono molto. Persecuzioni, esilio, martiri e pogrom – queste erano le caratteristiche tristi e tumultuose dei primi secoli del cristianesimo.

Ma le cose cambiano, la grande scena del mondo si sposta e si muove, e ciò che una volta era perseguitato – finalmente viene accettato. E così, il cristianesimo divenne la religione di stato di Roma. Nel 380 DC, l’imperatore Teodosio I emise l’editto di Tessalonica, ponendo fine al triste destino che i cristiani dovevano sopportare, e inaugurando la gente della città di Roma in una nuova era di culto religioso.

Non appena la nuova religione fu stabilita e fu accettata, la pratica funeraria pagana della cremazione divenne obsoleta. La gente ha spostato la loro fede verso la storia della resurrezione, e ben presto l’inumazione è diventata la scelta popolare. Tombe, sarcofagi e tombe elaborate per i ricchi presero rapidamente il sopravvento, e i funzionari di Roma stavano esaurendo lo spazio di sepoltura.

Fu allora che iniziò la creazione di catacombe grandi, tentacolari e spesso complesse. Questi sistemi di tunnel cavernosi non erano una novità: gli Etruschi li stabilirono in tempi precedenti a Roma e questo diede ai cittadini una base da cui lavorare.

Catacombe di San Pancrazio sotto la basilica di Trastevere, Roma. (Frankix / Adobe Stock)

Catacombe di San Pancrazio sotto la basilica di Trastevere, Roma. (Frankix / Adobe Stock)

Poco dopo, numerose catacombe separate furono costruite, serpeggiando sotto le strade di Roma, clandestine e piene di mistero – e alcune di esse si estendevano per ben 20 chilometri (12,5 miglia). E dentro di loro, dormendo silenziosamente sotto una città così piena di vita e di delizie terrene, giacevano i corpi di devoti cristiani, martiri e cittadini, enigmi muti sepolti per l’eternità a venire.

The Beeldenstorm: Il grande iconoclastia dell’Europa

La nostra macabra storia fa un grande salto in avanti e nell’Europa del 16 ° secolo. Le misteriose catacombe di Roma sono da tempo dimenticate e velate di mistero, ma gli eventi che si sono svolti molti secoli dopo hanno ancora dato loro un ruolo importante da svolgere.

Tra il 1522 e il 1566, l’Europa fu sempre più scossa da una serie di attacchi alla chiesa cattolica – attacchi che facevano parte della famigerata riforma protestante . Centrati nei Paesi Bassi, questi attacchi, noti anche come il Grande Iconoclastia, furono guidati da folle protestanti calviniste e presto si diffusero in altre parti d’Europa.

Questa Grande Iconoclastia fu una serie di focolai che comportarono la distruzione dell’immaginario religioso della chiesa cattolica. Il risultato di queste rivolte fu fatale per il patrimonio artistico della cristianità cattolica , con molti pezzi preziosi e reliquie irrimediabilmente perduti.

  • Synodus Horrenda: Il macabro processo sul cadavere di Papa Formoso
  • Potrebbe esserci un terzo Buddha Bamiyan, nascosto per secoli?
  • Scienza contro religione sulle nostre antiche origini: e se entrambe si sbagliassero?

Distruzione di immagini religiose da parte dei riformati a Zurigo, 1524. (Uploadalt / Pubblico dominio)

Distruzione di immagini religiose da parte dei riformati a Zurigo, 1524. (Uploadalt / Public Domain )

Pale d’altare, monumenti ancestrali, croci e reliquie di santi sono stati tutti presi di mira e raramente salvati. Nel giro di pochi anni, la Chiesa cattolica ha subito un duro colpo sia alla sua credibilità che alla forza del suo seguito – e la fede ha bisogno di essere ripristinata.

Back from the Darkness: The Catacomb Saints

C’è un potere nelle immagini macabre, e cosa c’è di più morboso e misterioso di martiri morti da tempo e scheletri laceri che trasudano un’aura di tempi a lungo dimenticati? Con l’improvvisa perdita di numerose reliquie e opere d’arte, i funzionari cattolici decisero di fare uso delle recenti scoperte delle catacombe sotterranee di Roma nel 1578, creando un piano unico per riaccendere la fede scossa dei suoi seguaci in tutta Europa.

E così, nei decenni successivi al Grande Iconoclastia, i funzionari vaticani riesumarono sistematicamente migliaia di scheletri che giacevano sepolti nelle labirintiche catacombe di Roma – inviandoli nelle città e nelle chiese di tutta Europa. Questi scheletri di solito non avevano alcun significato: erano i resti dei primi cittadini cristiani di Roma, con solo una manciata di possibili resti di martiri cristiani.

Tuttavia, i funzionari della chiesa fecero di tutto per decorare questi resti, coprendoli con i gioielli più costosi, corone, perle e fili d’oro e d’argento e, in un certo senso, crearono opere d’arte elaborate e ricche – con un’inconfondibile nota macabra.

Scheletro della Catacomba di San Innocenzo. (Neitram / CC BY-SA 4.0)

Scheletro della Catacomba San-San Innocenzo. (Neitram / CC BY-SA 4.0 )

L’enigma e la popolarità di questi nuovi “santi” si diffusero rapidamente nelle ricche città cattoliche d’Europa, e subito dopo ogni grande città ebbe il suo martire mummificato. Santi e martiri come Demetrio, Pancrazio, Vibiana, Saturnino, Verena, Munditia e Honoratus, divennero rapidamente le orgogliose reliquie di città in Germania, Austria e Svizzera, anche se erano i resti di persone per lo più sconosciute e comuni. Alcuni di questi sono stati anche duplicati, con diverse città che hanno i resti dello stesso ‘santo’.

Ma le persone spesso dipendono dalla fede – e una buona storia piena di mistero è sempre facile credere. Con un po ‘ di segretezza accuratamente custodita, la Chiesa cattolica è riuscita a rafforzare la fede del suo gregge in tutta Europa e dare un nuovo significato agli antichi morti di Roma.

Defiant in Faith: San Pancrazio di Roma

Un santo è particolarmente importante per la storia dei Santi Catacombe – una storia piena di enigma paleocristiano, e la sua iconica fede testarda. Quella storia è quella di San Pancrazio, un martire del cristianesimo primitivo i cui presunti resti avrebbero un viaggio selvaggio che attraversa i secoli.

Nato in Frigia intorno al 289 d.C., Pancras perse i suoi genitori in giovane età, finendo a Roma sotto le cure di suo zio. In questa metropoli tentacolare, Pancras divenne un cristiano devoto, la sua fede segnata da uno zelo straordinario.

E così, durante le famigerate persecuzioni dei cristiani sotto il dominio di Diocleziano nel 303 d. C., il quattordicenne Pancrazio fu catturato e ordinato di eseguire un sacrificio pagano agli dei romani. Un cristiano devoto, Pancras rifiutato e con aria di sfida in piedi dalla sua fede, anche quando la doccia con promesse di oro e ricchezza. Alla fine, come risultato della sua sfida e della sua ferma fede, Pancrazio fu martirizzato – decapitato dai soldati romani sulla Via Aurelia.

Il suo corpo finì nelle catacombe sotto Roma, e invece di essere abbandonato al riposo eterno, finì per avere un bel viaggio. Oggi questi resti riposano in un modo atipico di un martire paleocristiano, ma San Pancrazio non sembra pensarci – se davvero è lui dopo tutto.

I Santi corazzati: un’ultima veglia

In posizione di sfida e difensiva, uno scheletro maestosamente blindato domina l’interno della Chiesa di San Nicola a Wil, in Svizzera. Il display mozzafiato affascina ogni spettatore-riccamente battuto armatura d’argento pieno di ricchi dettagli dorati, emblemi sapientemente espressi e raccordi, una ricchezza di bellezza. Da dietro il cupo teschio elmo, una grande aureola dorata si diffonde in ogni direzione, dando a questo santo corazzato un’aura potente e santa.

Posato Catacomba Saint – St. Pancras in mostra a Wil, Svizzera. (DBU / CC DI-SA 3.0)

Posed Catacomb Saint-St. Pancras in mostra a Wil, Svizzera. (DBU / CC BY-SA 3.0)

Si tratta dei presunti resti di San Pancrazio, giunti in Svizzera nel 1600, all’indomani della Grande Iconoclastia. Il modo sorprendente ed elaborato in cui viene visualizzato, rende questo scheletro il più popolare e facilmente riconoscibile dei Santi Catacombe.

Ma Pancras non è l’unico a detenere una tale reputazione-la Germania, la Svizzera e l’Austria sono costellate di resti attribuiti a grandi martiri e santi come San Leonzio, San Deodato, San Massimo, San Domiziano e centinaia di altri-ognuno riccamente decorato; uno specchio muto che riflette il passato ricco e militarista del cattolicesimo.

Nei tempi moderni, quando la segretezza non è più facile da mantenere e si è saputo che molti di questi santi non sono così santi, dopo tutto, un gran numero di chiese ha deciso di distruggere o non mostrare più questi cosiddetti Santi Catacombe. E così, l’ultima tappa del viaggio per questi resti mortali di cristiani romani, finì in scantinati polverosi e depositi appartati – lontano dagli occhi indiscreti dei devoti.

Morte e mistero: Arte per il gusto acquisito

Ingioiellate e riccamente decorate, queste reliquie sono ampiamente considerate una forma unica di arte cristiana. Nel tentativo di porre l’accento sulla santità di questi ‘santi’, i funzionari vaticani sono andati a lunghezze abbagliante decorandoli – quasi tutti questi Santi Catacombe sono coperti testa a tallone in gioielli preziosi e vestiti costosi. Sia la Chiesa che la nobiltà europea non mancarono mai di fondi, quindi non esitarono a fare in modo che un solo sguardo sulle sacre reliquie avrebbe acceso un fuoco nei cuori di coloro la cui fede vacillava.

  • L’Oscuro inferno delle Catacombe di Parigi
  • eliminazione di Storia: Perché è Stato Islamico è che Soffia Antichi Manufatti
  • crederci o no, la Storia Antica Suggerisce Che l’Ateismo è Naturale per gli esseri Umani come Religione

Catacomba Santi erano coperti da capo a tallone in preziosi gioielli e vestiti costosi, da parte del Vaticano. (DALIBRI / CC BY-SA 4.0)

I santi delle catacombe erano coperti dalla testa ai talloni di gioielli preziosi e vestiti costosi dal Vaticano. (DALIBRI / CC BY-SA 4.0)

E nel processo, sono riusciti a creare pezzi d’arte macabri , ognuno unico e affascinante. Negli ultimi anni, i Catacomba Santi è diventato popolare ancora una volta, con molti fotografi d’arte e autori, come Paul Koudounaris e Christian Boss, riscoprire questi pezzi e promuovere una nuova forma di ‘turismo oscuro’ .

Sul bordo: sacrilegio o qualcos’altro?

Per molti cristiani, il tema dei Santi delle Catacombe rimane una fonte di discussione e molte domande più profonde che riguardano la pietà e la santità. Abbiamo la possibilità di porre alcune domande cruciali qui-potrebbe essere che questo ‘scambio’ di resti mortali toccato sacrilegio?

Nel 19 ° secolo, nel periodo in cui l’autenticità delle reliquie è stata messa in discussione, molte persone hanno sollevato il tema della simonia – l’atto di vendere ruoli, uffici e reliquie della chiesa. Ma la verità è che la chiesa ha esplicitamente fatto in modo di evitare la simonia, e invece i fondi sono stati raccolti facendo pagare gli acquirenti per la decorazione illustre, il trasporto, così come l’induzione e la benedizione.

Inutile dire che un sacco di soldi sono stati spesi e guadagnati sui Santi Catacombe, anche se molti di loro erano resti ordinari – un fatto che è stato sufficiente per far arrabbiare alcuni funzionari devoti. In un certo senso, lo spirito iconico di pietà e spiritualità è stato rotto da questi scheletri pesantemente ingioiellati e ricoperti d’oro, che spesso mostravano la ricchezza di una particolare città o della famiglia che li possedeva.

In entrambi i casi questa forma di culto veramente macabra e inquietante, e alcuni direbbero arte, è sufficiente per farci interrogare sulla vera natura della fede. Gioielli e pizzi d’oro fanno parte della pietà cristiana ? E i morti venerati dovrebbero riposare in pace? Prova a rispondere a queste domande-potrebbe non essere così facile.

 La macabra forma di culto e gli scheletri pesantemente ingioiellati riflettono la pietà dei Santi delle Catacombe? (AndreasPraefcke / Pubblico Dominio)

La macabra forma di culto e gli scheletri pesantemente ingioiellati riflettono la pietà dei Santi delle Catacombe? (AndreasPraefcke / Public Domain )

Conclusione

La verità è che i Santi delle Catacombe non sono l’unica dimostrazione di scheletri al mondo. I resti parzialmente conservati degli antichi morti sono stati a lungo a bocca aperta e guadagnati da, tanto che solleva davvero la questione dell’importanza della santità dei resti mondani. Molti luoghi sono popolari per vaste collezioni di scheletri o mummie – le Catacombe di Parigi, le mummie di Nazca del Perù, la Fiesta de las Natitas a La Paz, in Bolivia, il macabro Ossario di Sedlec nella Repubblica Ceca e le Catacombe dei Cappuccini a Palermo – la lista continua.

Ma in entrambi i casi si guarda, la storia inquietante dei Santi Catacomba può darci uno sguardo in un mondo completamente nuovo di arte – un mix affascinante di ricchezze e morte, una macabra simbiosi di due opposti completi. E senza dubbio, questa combinazione è indimenticabile – una combinazione che si avvicina così tanto al tabù e crea un fascino morboso che ci lascia desiderare di più!

Immagine in alto: Catacomba Saint-Saint Graziano. Fonte: Xenophon / CC BY-SA 4.0 .

Di Aleksa Vučković

Storia della Chiesa primitiva. Data sconosciuta. La vita nell’antica Roma & I primi cristiani . Disponibile presso: www.earlychurchhistory.org
Impero della Morte. Data sconosciuta. Risorsa online per Ossari e catacombe funerarie . Disponibile presso: www.empiredelamort.com
Koudounaris, P. 2013. Galleria fotografica: Immagini straordinarie della catacomba ‘santi’. Il Catholic Herald. Disponibile presso:
www.catholicherald.co.uk/commentandblogs/2013/09/17/photo-gallery-extraordinary-pictures-of-the-catacomb-saints/
Thereliquarian in reliquiario di metallo. 2018. San Tommaso Becket: Omicidio nella Cattedrale di Canterbury . Reliquiario. Disponibile presso: www.reliquarian.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.